28 novembre, 2006

COSA METTERE DELLO ZAINO



Cosa mettere nello zaino è una domanda che ci poniamo spesso quando partiamo per un’escursione. Occorre tenere presente che uno zaino troppo pesante può rendere faticosa un’escursione e quindi non bisogna esagerare con il cibo o con oggetti di cui se ne può fare a meno.

Abbigliamento
Si deve prevedere il cosiddetto "abbigliamento a cipolla" ossia copertura a strati, ognuno dei quali con diverse caratteristiche di permeabilità, protezione dall'aria, dall'acqua o traspirazione. Ciò consente di poter adattare l'abbigliamento al mutare delle condizioni meteorologiche senza mai avere troppo caldo o troppo freddo. Si devono sempre utilizzare scarponi da montagna anche se apparentemente non ce ne sarebbe bisogno. Le mutate condizioni meteorologiche o situazioni di emergenza non possono essere affrontate con delle scarpe da ginnastica. Infine è opportuno portare con sè un K-way o una mantella impermeabile anche se hanno il difetto di aumentare la sudorazione corporea.

Cibo
E’ bene portare con sé acqua o bevande energetiche a sufficienza soprattutto nella stagione estiva. Per quanto riguarda gli alimenti non bisogna dimenticare che il classico panino con il prosciutto impiega molto tempo per essere assimilato dall’organismo. La frutta sia fresca che secca invece viene assimilata rapidamente, anche se dà un senso di sazietà minore. Le barrette energetiche sono molto efficaci perché vengono assimilate rapidamente e sono utili in caso di sovraffaticamento e calo di zuccheri. Tutto ciò naturalmente deve essere messo in relazione sia alle esigenze individuali sia alla difficoltà del sentiero programmato.

Oggetti da escursione
Occorre sempre documentarsi sul percorso relativo all’escursione, sia attraverso pubblicazioni specifiche sia attraverso informazioni reperibili su internet e non affidarsi sempre al capo gruppo. In ogni caso è bene avere con sé la mappa del luogo e magari una bussola (si rimanda alla sezione “orientamento” all’interno di questo sito). Talvolta è bene avere a portata di mano un coltello multiuso. Un oggetto indispensabile in certe situazioni di emergenza, ovvero quando si perde il sentiero e si è costretti a bivaccare di notte in qualche rifugio di fortuna, è il telo termico. Lo si può acquistare nei negozi di articoli sportivi, costa pochi euro ed occupa poco spazio nello zaino. Infine, per lo stesso motivo, è bene avere una piccola torcia o una lampada frontale.

Conclusioni
Naturalmente tutto quanto è stato esposto deve essere messo in relazione alla tipologia di uscita, alla stagione in cui viene svolta, alla sua durata media prevista oltre che i pericoli oggettivi e soggettivi a cui si va incontro. Si è tralasciato di parlare di cosa occorre portare quando l’escursione è sulla neve, quando l’escursione dura più giorni e tutto il materiale per il pronto soccorso che merita una trattazione separata. Infine vi sono tutta una serie di oggetti non indispensabili, che ognuno può scegliere di portare come occhiali da sole, crema solare, binocolo, altimetro, macchina fotografica.

L'esperienza rimane comunque la migliore consigliera, per poter fare degli zaini completi e nello stesso tempo leggeri. E' inutile riempirsi di materiale "perchè c'è ancora posto". Per un'escursione di una giornata non si dovrebbe superare i 4-5 Kg di peso.
La posizione dei singoli oggetti deve essere fatta partendo dal basso con i più pesanti o i meno utilizzati, risalendo con quelli più leggeri o di più frequente utilizzo. Nella tasche laterali, si deve posizionare il materiale più piccolo e una piccola scorta alimentare.
Enzo Grande

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home